Coltivare anche solo una parte del proprio cibo è un piacere semplice che può fare una grande differenza nel proprio rapporto con la natura.
Coltivare il proprio cibo è l’azione più efficace che un individuo può assumere per l’ambiente, non solo per le pesanti emissioni di anidride carbonica dell’industria alimentare, ma anche perché partecipare alla produzione agricola crea preziosa sensibilità e attenzione sui temi della sostenibilità.

Ma come possiamo fare se abitiamo al 5° piano di un palazzo in centro città e non abbiamo neanche un metro quadro di balcone?

Il Progetto Windowfarms è la soluzione che fa per noi.

Nato nel 2009 da un’idea di Britta Riley e Rebecca Bray, il Progetto windowfarm si propone di creare il più efficente sistema di coltivazione idroponica casalingo ottenuto da materiali riciclati e adattabile alle nostre finestre.

Gli obiettivi del Progetto Windowfarms sono:

  • Stimolare gli abitanti delle città a coltivare una parte del loro cibo all’interno del loro appartamento durante tutto l’anno.
  • Creare una piattaforma web che consenta ai cittadini di innovare in modo collaborativo. In questo modo si possono trovare le soluzioni ideali per rendere le città più sostenibili utilizzando materiali disponibili a livello locale.

Come si fa?


All’interno del portale web del Progetto Windowfarm potete trovare tantissimi spunti, informazioni e consigli che vi permetteranno di costruire la windowfarm più adatta alle tue esigenze. Di seguito vi riportiamo le informazioni per costruire la più semplice, più economica e più piccola windowfarm.  Questa versione è stata progettata per essere facile da montare per le persone che vogliono provare un windowfarm ma non sono ancora pronti per costruire la struttura necessaria per le windowfarms più grandi.

La configurazione base comprende tre bottiglie che agiscono come vasi delle nostre piante, un serbatoio di fondo per catturare / trattenere l’acqua e tubi per spostare l’acqua attraverso il sistema.
Inoltre il sistema utilizza una piccola pompa d’aria per elevare l’acqua fino alla parte superiore del sistema, dove potrà gocciolare attraverso ogni pianta.

Scarica qui la scheda con le istruzioni.